Marco Montanelli

Marco Montanelli è nato alla Spezia. Ha studiato pianoforte nella sua città con R. Martucci e successivamente a Pisa con G. Semeraro, diplomandosi nel 1984 presso l’Ist. Mus. Par. P. Mascagni di Livorno. Si è quindi dedicato alla musica antica, intraprendendo lo studio del clavicembalo sotto la guida di B. Petrucci presso il Conservatorio G. Puccini della Spezia e diplomandosi con il massimo dei voti nel 1994. Nel 1997 ha conseguito la laurea in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (DAMS) presso l’Università degli Studi di Bologna ottenendo il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato al clavicembalo con G. Murray, G. Kiss, F. Lanfranco, F. Haas, P. Erdas, ed in pratica del basso continuo e musica di insieme con F. Cera, D. Bragetti, J. Christensen. Collabora come maestro al cembalo presso vari Corsi Internazionali di musica antica (dal 1996 ad oggi per l’Ass. F. Romani di Moneglia, Nervi Musei in Musica nel 2005, ecc.). Dal 2003 collabora, in qualità di direttore e insegnante di esercitazioni orchestrali, musica antica e musica da camera, con l’Orchestra e Coro Giovanili della Lunigiana. Nel 2004 ha tenuto uno stage sull’interpretazione della musica antica presso l’Accad. Mus. G. B. Viotti di Grosseto. Dal 2005 al2008 ha curato la direzione artistica della stagione Musica Antica in Val di Vara. Nel 2010 ha collaborato in qualità di clavicembalista e organista con il Teatro di Basel (CH), per l’allestimento e l’esecuzione di Alexander Feast di G. F. Handel.. Ancora nel 2010 ha curato la direzione artistica della rassegna concertistica Arcola – Musica per tutte le Stagioni. Tiene lezioni e lezioni – concerto presso varie Istituzioni Didattiche pubbliche e private. Oltre ad essere membro fondatore, direttore artistico, clavicembalista e cantore del gruppo vocale Il Convitto Armonico, svolge attività concertistica in Italia e all’estero, sia come solista che in varie formazioni da camera (tra cui Baschenis Ensemble La Spezia, Concerto Antiquo, Hyperion, Carlo Felice Ensemble, Collegium Pro Musica, In Tabernae Musica ecc.) con alcune delle quali ha collaborato a registrazioni discografiche. Suona un clavicembalo copia da Giusti costruito da R. Mattiazzo ed un clavicordo copia da Römer costruito da R Mazzi. All’attività artistica affianca l’insegnamento.